CAPITOLO 14: La Valle

14

Lungo la discesa si accorse del cambiamento.
La terra si faceva grigia e malata, gli alberi sembravano sorreggere con fatica le foglie sui rami, e i ruscelli che incontrava portavano acqua scura sulla quale galleggiavano i pesci ormai morti. La valle stava morendo, consumata da una lenta malattia che non le avrebbe lasciato scampo.
Mirror si domandò il motivo di questo disegno. Tutto riconduceva ai piani di Niko, alla sua folle perversione nel baloccarsi con i mortali di questo mondo. Era il ricatto appeso alla sua pelle, la terribile conseguenza promessa da quel dio capriccioso, nel caso in cui lui non volesse soddisfare i suoi desideri.
Incrociò il carretto di una famiglia di contadini, sporchi e denutriti. Non alzarono neanche lo sguardo mentre lo oltrepassavano sulla strada verso le montagne, forse intimoriti dalla sua stazza oppure dalla vistosa spada.
Una voce fievole e spezzata da una dolorosa tosse lo fece voltare. Proveniva da dentro il carretto.
«Il villaggio è bruciato. Non c’è più nessuno laggiù»
Mirror si fermò un istante, poi continuò sulla sua strada.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: