CAPITOLO 2: Primi Passi

02

Nell’Etere le forme sottostanno ai nostri desideri. Non esistono leggi fisiche, non c’è posto per imposizioni morali, idee unidirezionali e posizioni rigide. L’Etere è la dimensione della libertà assoluta, uno stato al limite della sopportazione, qualcosa che può assomigliare alla totale mancanza di qualcosa, come il Silenzio. E nell’assenza di qualsiasi suono si può incontrare la Dama Follia.
Mirror aveva smesso di cadere, e teneva saldamente impugnata la sua spada ingioiellata. Druga la chiamava, un nome erotico che gli avvolgeva la bocca. Quando lo sussurrava la lama emanava un leggero bagliore, una risposta di fedeltà, la sicurezza delle mortali capacità di quell’arma.
Avanzava scalzo sul tappeto d’erba di quel bosco remoto, un luogo meraviglioso e terribile, completamente fermo ed immerso in un silenzio innaturale. Indossava una vecchia tunica corta legata in vita, una tunica un tempo grigia e ben rifinita e adesso macchiata di sangue secco e fango.
Mirror teneva gli occhi bassi ma conosceva il sentiero.
Non lo aveva mai percorso, ma i suoi sogni glielo avevano raccontato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: